mail-icon
FaceBook-icon Twitter-icon google Youtube-icon ustream Zello3mail-icon
movimento 5 stelle
MoViChat

Caro Re Giorgio l’Italia non è una monarchia

Si da il caso che il 13 dicembre 2013 il sig. Re Giorgio Napolitano abbia presentato il suo libro ‘L’Europa e il ruolo dell’Italia’. Lo ha fatto nella Sala della Regina della Camera dei Deputati, la sala della Costituzione Italiana. Praticamente l’anticamera degli ospiti per il Re Giorgio che può disporne ad uso e consumo. Un presidente della Repubblica (unico nella storia eletto per ben 2 settennati, tanto è stato bravo nel suo compito) che presenta il suo libro alla camera non fa più di tanto notizia. Anche io, che in quei giorni ero a Montecitorio, ho trovato qualcosa di più interessante da fare. Ma forse il fatto che insieme a Napolitano ci fossero personaggi che nominerò fra poco, se non notizia, quantomeno un po’ di stranezza fa. Insieme a Re Giorgio erano presenti Laura Boldrini, Pier Ferdinando Casini e Massimo D’Alema. Laura Boldrini non mi sorprende vista la sua conclamata esperienza come autrice televisiva nel programma “Cocco” nonché testimonial delle primarie PD. Quello che mi sorprende è la presenza del baffetto D’Alema, emblema dell’inciucio, trade d’union della ventennale alleanza PD-Berlusconi. Per non parlare poi della presenza di Pier Ferdinando Casini in Caltagirone. In parlamento per sbaglio visto che il suo UDC (Unione dei Carcerati) e Sciolta Civica valgono meno del 9% nel paese e che oggi si è dissolta definitivamente in due partitini, anzi particelle. Forse è stato solo uno spot alla larga intesa, messo su anche un po’ maldestramente, da un anziano sbadato. Non entriamo nel merito delle sue posizioni sull’Europa quelle si che sono da anziano sbadato e per giunta con la cataratta. Mi chiedo solo cosa può far cambiare idea in maniera così radicale ad una persona che è stata la maggiore detrattrice dell’accordo di valute a cambio fisso (leggi SME, oggi EURO). Chissà quanto è costato cambiare idea. Caro Re Giorgio, per questo motivo, perché hai firmato qualsiasi porcheria ti sia passata sulla scrivania come il Legittimo impedimento, l’indulto extralarge esteso ai reati dei colletti bianchi, il lodo Alfano, lo scudo fiscale Tremonti (forse per via della cataratta di cui sopra), perché hai più volte attaccato il Movimento 5 Stelle minando la credibilità della tua figura di Re imparziale, perché sei in parlamento con “viva e vibrante soddisfazione” da quando avevi 28 anni e oggi ne hai 88, perché eri Ministro dell’Interno quando si consumava il biocidio silente della tua Campania…e tu sapevi.
Per questi e per tanti altri motivi quest’anno non guarderò il tuo discorso di fine anno, come ho già fatto l’anno scorso e l’anno prima ancora. L’Italia non è una monarchia, però tu sei il Re. Qualcuno sta sbagliando qualcosa. Nel 2014 avrai il primo impeachment della storia d’Italia.

Carlo Sibilia M5S Camera

Inserisci la tua email per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche dei nuovi articoli via email “Attenzione: Quando inserite il vostro indirizzo mail e cliccate su ISCRIVITI, dopo pochi minuti riceverete una mail che vi chiede la conferma. Dovrete quindi accettare cliccando sulla mail ricevuta per confermare l’iscrizione al blog. Se ciò non accade, l’iscrizione non andrà a buon fine”





WordPress theme: Kippis 1.15

Hit Counter provided by Curio cabinets