mail-icon
FaceBook-icon Twitter-icon google Youtube-icon ustream Zello3mail-icon
movimento 5 stelle
MoViChat

La morte della Giustizia

giustiziaGli unici che tutti i giorni nelle aule di giustizia difendono i diritti dei cittadini contro Equitalia, Agenzia delle Entrate, banche, assicurazioni e centri di potere sono gli avvocati. Costretti a lavorare in condizioni da terzo mondo, con processi che durano decine di anni. Con cancellerie che, quando funzionano, sono aperte per sole 2-3 ore al giorno. Con depositi di sentenze dopo mesi se non anni dall’ultima udienza. Con copie di sentenze (che nell’era digitale vanno ancora obbligatoriamente richieste in forma cartacea e notificate a mezzo di ufficiale giudiziario) rilasciate dopo mesi dalla richiesta, ovviamente dietro pagamento. Con contributi unificati aumentati dagli ultimi governi in maniera esponenziale. Con la reintroduzione della mediaconciliazione obbligatoria, già dichiarata incostituzionale dalla Corte costituzionale, che non serve a nulla se non ad aggravare i costi per i cittadini. E adesso, come se tutto ciò non bastasse, con l’obbligo di pagare la metà del contributo unificato previsto per l’appello (il doppio del primo grado) se si vuole conoscere la motivazione di una sentenza civile, come stabilito dall’ultimo decreto svuota carceri! Un vero e proprio sopruso contrario all’art. 111 della Costituzione che stabilisce che tutti i provvedimenti giurisdizionali devono essere motivati! Il disegno è chiaro: colpire gli avvocati, i veri baluardi e le sentinelle dei diritti dei cittadini, per evitare che questi possano continuare a difendere i loro sacrosanti diritti! Giustizia per ricchi, perchè solo loro possono ormai difendersi in giudizio! Non dimentichiamoci che Beppe Grillo ha sempre detto che, senza gli avvocati che hanno studiato e preparato tutti i numerosi e bizantini adempimenti (raccolta firme, preparazione e deposito liste, simbolo ecc.), non sarebbe stato possibile per il M5S presentarsi alle elezioni. Non dimentichiamo che se non fosse stato per un avvocato, che 8 anni fa ha presentato un’azione giudiziaria contro la legge elettorale, avremmo ancora il Porcellum, recentemente dichiarato incostituzionale dalla Consulta! Ecco, quello che chiedo è di difendere gli avvocati, di stargli accanto, di condividere le nostre battaglie, in difesa dei diritti dei cittadini. Per 1 anno, tanti bravi attivisti ed io abbiamo lavorato alla proposta del Programma Giustizia del M5S, poi pubblicato a novembre 2012 sul sito nazionale al seguente link, affinchè venisse presentato dai nostri portavoce/dipendenti:  Sono passati 10 mesi dalle elezioni politiche: che fine ha fatto questo programma? Perchè nessuno dei nostri portavoce/dipendenti, anche basandosi su questo lavoro, ha mai presentato un disegno di legge organico per una seria riforma della giustizia? Per il bene della giustizia e dei cittadini italiani auspico solo che ciò accada! Perchè, per adesso, la Giustizia è morta!

 

Luigi Piccarozzi – Avvocato Patrocinante in Cassazione

Inserisci la tua email per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche dei nuovi articoli via email “Attenzione: Quando inserite il vostro indirizzo mail e cliccate su ISCRIVITI, dopo pochi minuti riceverete una mail che vi chiede la conferma. Dovrete quindi accettare cliccando sulla mail ricevuta per confermare l’iscrizione al blog. Se ciò non accade, l’iscrizione non andrà a buon fine”



silviachannel bannerino

WordPress theme: Kippis 1.15

Hit Counter provided by Curio cabinets