Peppino Impastato e la Bellezza

Mi vengono in mente le parole di Peppino Impastato sulla Bellezza, poi sul mio mobile da letto (canterano?) scritto con un vecchio pennino da inchiostro leggo le parole sulla Bellezza di Platone…

Credo che Peppino fosse in contatto con il grande maestro greco, non solo per la profonda conoscenza della natura vera del mondo, ma anche per una condivisa lettura/interpretazione del mondo che non esclude ma anzi abbraccia in toto le infinite componenti che determinano la natura dell’umano.

Ma credo che lo fosse soprattutto perché Peppino come Platone sapeva che la Bellezza è fine e mezzo dell’agire in questo mondo.

E se agire in questo mondo significa essere individui della polis quindi politici, la Bellezza è fine e mezzo della politica.

Roberto Fedeli

Potrebbero interessarti anche...