mail-icon
FaceBook-icon Twitter-icon google Youtube-icon ustream Zello3mail-icon
movimento 5 stelle
MoViChat

Taverna (M5S): Venga rispettata la legge Severino

Dallo stenografico del Senato:
Paola Taverna (M5S)
Domando di parlare.
PRESIDENTE. Ne ha facoltà.
TAVERNA (M5S). Signor Presidente, come sa, in Conferenza dei Capigruppo, il Movimento 5 Stelle ha votato in maniera contraria alla proposta di calendario.
Volevamo ricordare che il Movimento 5 Stelle e tutti gli italiani onesti chiedono che venga rispettata la legge Severino, che prevede il voto immediato sulla decadenza. (Applausi dal Gruppo M5S).
È passato già un mese dal voto nella Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari: la politica ha dato ancora una volta un mese di tempo al pregiudicato Berlusconi. (Applausi dal Gruppo M5S. Proteste dal Gruppo PdL).
Trenta giorni di ulteriori tensioni e attacchi alle istituzioni del nostro Paese sono troppi. Per questo, credevamo che tutti gli schieramenti oggi fossero pronti a fare quel che è giusto: applicare la legge.
Invece, oggi, nella riunione della Conferenza dei Capigruppo, è accaduto qualcosa di molto diverso: i partiti si sono rifiutati di fissare una data certa e imminente per la discussione della decadenza in Aula. La scusa? Attendere che la Giunta per il Regolamento decida se votare con voto palese, come noi abbiamo sempre chiesto, o con voto segreto. Scusa del tutto inconsistente perché, a prescindere dalla modalità, comunque si dovrà votare.
I partiti hanno provato a dare un altro mese di tempo a Berlusconi. Noi, a differenza di altri, abbiamo idee ben chiare sul punto: si deve andare al voto il prima possibile. Nessun ritardo può essere giustificato. Il 5 novembre è una data sin troppo lontana per garantire il rispetto della volontà degli italiani. Per quel giorno ci hanno proposto di mettere in votazione il bilancio preventivo del Senato per il 2013: dire che ci sia urgenza, dopo ben dieci mesi di ritardo, è a dir poco ridicolo.
Noi chiediamo che le sedute proposte nella Conferenza dei Capigruppo per tale argomento, e non approvate dal Movimento 5 Stelle, vengano dedicate alla discussione e al voto sulla decadenza del cavaliere Berlusconi e che il bilancio preventivo del Senato venga invece calendarizzato nella settimana dall’11 al 15 novembre, che non prevede lavori d’Aula. Contestualmente, chiediamo che la Giunta per il Regolamento continui ad essere convocata in tempi tali da garantire l’esito del voto.
Il 5 novembre deve essere il giorno definitivo per chiudere una questione che è aperta da troppo tempo: la votazione in Aula sulla decadenza di Silvio Berlusconi, perché la legge è uguale per tutti e il nostro Paese, la nostra giustizia non possono tollerare che ci siano cittadini più uguali degli altri. (Applausi dal Gruppo M5S. I senatori del Gruppo M5S si levano in piedi).
PRESIDENTE. Senatrice Taverna, se ho ben compreso, lei chiede, come modifica al calendario, che il giorno 5 novembre venga calendarizzato il voto sulla relazione della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari.
TAVERNA (M5S). Ha compreso perfettamente, presidente Calderoli. Non avevo dubbi.
taverna stenografo

Inserisci la tua email per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche dei nuovi articoli via email





WordPress theme: Kippis 1.15

Hit Counter provided by Curio cabinets