mail-icon
FaceBook-icon Twitter-icon google Youtube-icon ustream Zello3mail-icon
movimento 5 stelle
MoViChat

V3Day La svolta, io c’ero!

v3day
V3Day, 1 dicembre 2013 – LA SVOLTA, IO C’ERO
Un evento stupendo, dopo due giorni di lavoro la stanchezza ha preso il
sopravvento ma ora mi e’ tutto piu’ chiaro, e vorrei condividere con voi alcune
considerazioni.
Intanto ancora una volta si conferma il fatto che un evento come questo si
puo’ organizzare autofinanziandosi completamente grazie al lavoro degli
attivisti e ai finanziamenti dei cittadini. Non esiste alcun movimento politico
in Italia che ora come ora riesce a raccogliere quasi 300mila euro di donazioni
spontanee , specie in un momento di pesante crisi economica generale. Questo
dimostra come la buona politica e l’onesta’ pagano, e questo vale da solo piu’
di ogni altro sondaggio o votazione politica.
Tengo a precisare, donazioni di liberi cittadini e non di societa’, lobby,
industrie che poi esigeranno gioco forza un riconoscimento e un tornaconto
personale fatto di provvedimenti legislativi e di favori piu’ o meno legali.
Un fatto importante e altamente simbolico: e’ stato uno sforzo organizzativo
che ha visto semplici volontari, consiglieri comunali e parlamentari lavorare
fianco a fianco liberi da ogni sorta di gerarchia e di differenza di ruolo ,
cosi’ come il Movimento vuole essere.
E’ stato , secondo il mio modesto parere, l’evento della svolta.
Fino ad ora il Movimento ha parlato alla pancia e al cuore dei cittadini.
Il 1 dicembre il Movimento e’ stato capace di parlare anche e sopratutto alle
loro menti, proponendo una modello di societa’ e di sviluppo che vogliamo e che
andremo a realizzare nel corso dei prossimi anni.
Sul palco c’e’ stato si il solito Beppe Grillo, indispensabile trascinatore e
ispiratore del 5Stelle a cui tutto dobbiamo in fatto di riconoscenza per il
sogno politico che stiamo vivendo , ma accanto a lui tanti giovani e
giovanissimi artisti che dovranno essere il simbolo di tale sogno, e sopratutto
tanti personaggi e menti autorevoli (Paul Connect e Dario Fo’ su tutti) che ci
hanno guidato nell’unico modello di societa’ possibile che dovremo andare ad
interpretare ,fatto di rifiutizero, acqua pubblica, liberta’, rispetto delle
leggi, trasparenza e partecipazione, contro quel mondo di banche,
multinazionali, lobby affaristiche e politici corrotti e irresponsabili che
stanno calpestando i diritti e impoverendo e distruggendo un ‘intera
generazione di cittadini.
Una giornata storica ,perche’ se da una parte della piazza il Palco apriva le
menti di noi tutti proponendo una sorta di vero e autentico manifesto politico,
dall’altra parte della piazza vicino e dentro i gazebo, i parlamentari del
Movimento sperimentavano quell’ Agora’ ( che dal greco significa raccogliere,
radunare) politico ripronendo quello che gia’ nell’ antica Grecia era il luogo
della democrazia per antonomasia, dove assemblee di cittadini si riunivano per
discutere i problemi della comunità e decidere collegialmente sulle leggi.
Quello che gioco forza dovranno diventare i nostri consigli comunali e
regionali e quello che gia si sta sperimentando nelle citta’ di Parma, Ragusa,
Pomezia fra le maggiori, guidate da un sindaco del 5Stelle.
Quando un Movimento riesce a parlare alla pancia , al cuore , e al cervello
dei cittadini ha gia’ vinto.
Quando un Movimento riesce a creare dal basso una comunita’ di persone
responsabili autori del proprio futuro ha gia’ vinto.
La pancia per protestare e indignarsi, il cuore per unirsi e farsi comunita’ e
il cervello per proporre e realizzare.
Cosi’ abbiamo gia’ vinto.
Si rassegnino quindi questi politici cialtroni e corrotti e questi mezzi di
disinformazione asserviti. Abbiamo gia’ vinto.
E non vince un leader o un politico ,ma vincono i cittadini e con loro la
forza delle idee e della libera partecipazione.
Non lo dico io ma lo dice la storia, le vere rivoluzioni non sI realizzano con
i forconi o i fucili ma con la forza delle idee, della legge e del diritto.
Non e’ un caso e non e’ una coincidenza ,come ha detto Grillo dal palco, che
questo evento si e’ realizzato in una piazza che si chiama Vittoria e credo
ugualmente non era un caso o una coincidenza che tutta la giornata delll’evento
e’ stata attraversata da un vento freddo ma purificatore, in una giornata
limpida e assolata, come a voler spazzar via anni di sopprusi, di illegalita’,
di umiliazioni che i cittadini , anche per loro responsabilita’ , hanno subito.
Un vento di cambiamento che ha sferzato il fisico ma che ha aperto e svegliato
le menti.
E’ un evento naturale, e anche qui ce lo dicono le leggi della natura e della
vita.
Solo toccando il fondo del degrado economico, civile , etico e morale a cui
siamo giunti in questi ultimi ventanni (grazie alla colpevole e irresponsabile
azione di un’intera classe politica autenticamente criminale a cui abbiamo dato
carta bianca per nostra colpevole enerzia) possiamo ora risorgere e risalire.
E il Movimento puo’ essere , ma in fondo lo e’ gia’ , l’interprete di questa
risalita.
E lo puo’ essere non solo in Italia, ma in Europa e addirittura nel mondo
interpretando e avviando le azioni di tanti movimenti di cittadini indignati
gia presenti in Spagna, in Germania, negli Stati Uniti come ci e’ stato
spiegato da tanti ospiti internazionali il 1 dicembre dal palco.
Movimenti non solo di protesta ma di proposte con l’obiettivo di guidare e
amministrare citta’ e stati.
Grazie al Movimento, l’Italia puo’ passare da esempio mondiale di degrado a
trascinatore ad ispiratore di un vento nuovo di autentico cambiamento dove i
cittadini, giovani e donne su tutti, ne dovranno essere i veri protagonisti e i
massimi attori.
Questa la svolta e questa la sfida.
Dipende solo da noi e da quanto sapremo dare in fatto di consapevolezza e di
partecipazione per la realizzazione di questo obiettivo.
In alto i cuori, Vinciamo noi ma in fondo abbiamo gia’ vinto.

Roberto Mattioli

IlmioV3Day

Inserisci la tua email per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche dei nuovi articoli via email “Attenzione: Quando inserite il vostro indirizzo mail e cliccate su ISCRIVITI, dopo pochi minuti riceverete una mail che vi chiede la conferma. Dovrete quindi accettare cliccando sulla mail ricevuta per confermare l’iscrizione al blog. Se ciò non accade, l’iscrizione non andrà a buon fine”





WordPress theme: Kippis 1.15

Hit Counter provided by Curio cabinets